Crea sito

El Tanque tornerà presto a ruggire

Per la Reggina di Mimmo Toscano non è certo un periodo fortunato. La prima sconfitta in campionato, maturata domenica al Granillo contro la Spal ne è stata un’ulteriore conferma. Il momento difficile degli amaranto è in linea con quello dell’esperto bomber argentino German Denis, il quale ha fallito il suo secondo tiro consecutivo dal dischetto, rinviando ancora una volta l’appuntamento con il primo goal stagionale. Sappiamo benissimo quanto sia vitale il goal per un attaccante, soprattutto per uno del calibro de el tanque, abituato a far gioire i propri tifosi. Il periodo non semplice che stanno vivendo gli amaranto non si può certo imputare al digiuno di Denis. Alla veneranda età di 39 anni, lotta e sgomita come un leone in area, senza mai risparmiarsi. Questa Reggina deve oliare ancora qualcosina, ma lo sapevamo, è inutile fare drammi o processi . Il campionato è lungo e molto equilibrato, c’è tutto il tempo per vedere gli amaranto protagonisti. Reggina che dirà la sua con i goal di Denis, che di certo non si faranno attendere. Criticare un campione come l’asso argentino, non è soltanto sintomo  di poca competenza calcistica, bensì ingratitudine nei riguardi di un professionista che ha scelto di vestire la maglia amaranto ripartendo dalla Serie C, onorandola con grande senso di appartenenza in ogni gara. L’importanza di Denis in questa squadra è ben nota a tutti, la trasferta di Empoli arriva al momento giusto per dare la svolta a lui stesso e ai suoi compagni. Fino ad oggi, German rappresenta l’unica soluzione al centro dell’attacco, considerata l’assenza del giovane Charpentier e i tempi di ambientamento dello svedese Vasic. Denis tornerà a ruggire di gioia come torneranno anche le vittorie della Reggina, serve solo compattezza, ottimismo e fiducia. Chi giudica un giocatore solo e soltanto in base al risultato, forse dovrebbe occuparsi di altre discipline sportive. Equilibrio e onestà intellettuale, niente di più.