Crea sito

Reggina, il futuro inizia adesso

Il presidente Luca Gallo, ha le idee chiare sul futuro del club amaranto, sempre più proiettato verso nuovi traguardi.

In questi suoi quindici mesi di presidenza, Luca Gallo, ha mantenuto le promesse fatte a suo tempo appena giunto a Reggio Calabria. Tra i tanti argomenti trattati nel corso della sua diretta facebook, l’imprenditore romano ha ribadito con fermezza che rileverebbe la Reggina altre mille volte. Una dichiarazione d’amore, seguita da novità importanti che riguardano i progetti futuri della società.
Il presidente amaranto ha voluto ribadire che un volta conquistata la cadetteria, si continuerà con  Toscano allenatore e Taibi direttore sportivo. Conferma meritata per entrambi, visti gli ottimi risultati ottenuti. In Serie B,  la Reggina vuole approdare, per poi tentare subito il salto in Serie A.

Quella Serie A, pallino fisso del patron amaranto, che realizzerebbe un suo sogno e quello della città intera. Gallo ha anche anticipato che ci sarà l’ingresso in società di un dirigente di caratura nazionale. L’identikit porta all’ex Roma, Antonio Tempestilli, figura valida e affidabile. La Reggina, e il suo presidente, stanno ponendo delle solide basi per un grande futuro. In tutto questo rientra anche la questione legata allo stadio Granillo, vitale per la crescita del club. La macchina è stata già messa in moto, ma se ne potrà riparlare una volta rientrata l’emergenza corona virus.

Per finire, Gallo ha intenzione di aprire le porte a qualche vecchia gloria amaranto, in modo da mantenere sempre vivo il legame con la storia della Reggina. C’è tanta carne al fuoco , la Reggina è nella mani di un presidente ambizioso e ben disposto a tutto per la sua squadra. Il calcio a Reggio Calabria, vive un presente felice e si proietta verso un futuro davvero roseo. Ci sono tutti i presupposti per sognare in grande, ma bisognerà continuare a lavorare (come si sta già facendo) cercando però di dare sempre un occhio di riguardo al settore giovanile. Risorsa fondamentale per ogni società,soprattutto  come la storia della Reggina ha insegnato. La Reggina ha l’uomo giusto al posto giusto, determinato a non smettere di far sognare una piazza che attende solo di rinascere.