Crea sito

Reggina, la vittoria del gruppo

La Reggina supera 0-2 il Picerno nel deserto del Viviani, grazie alle reti realizzate da Paolucci e Sarao, i quali ripagano in pieno la fiducia di mister Toscano. Ennesima dimostrazione, di come la rosa degli amaranto sia formata da elementi di grande spessore umano e tecnico.

L’intero Paese sta vivendo giorni difficili a causa di questo corona virus, che sta condizionando negativamente la vita di tutti noi. A risentirne è anche il mondo del calcio, dove fino al 3 aprile si dovrà giocare a porte chiuse, sempre se i campionati non verranno sospesi. La Reggina come tutte le altre squadre, ha vissuto una domenica surreale, riuscendo comunque a conquistare una preziosa vittoria in casa del Picerno. Al Viviani di Potenza, gli amaranto avevano l’obbligo di riscattare il ko interno rimediato nel turno precedente, contro il Monopoli. Mister Toscano ancora una volta ha spiazzato tutti , puntando dal primo minuto su elementi che finora hanno avuto poco spazio. Abbiamo ribadito a più riprese che in questa volata finale, chi ha giocato meno sarebbe stato prezioso per la causa della Reggina. Nella sfida in terra lucana è stato proprio così, con l’impiego di Paolucci dal primo minuto alle spalle della coppia d’attacco sudamericana, formata dall’esperto Denis e dal giovane Rivas, quest’ultimo protagonista di un’ottima prestazione. Per il centrocampista ex Monopoli si trattava della prima presenza da titolare in questa stagione, premiata dal goal che ha consentito di sbloccare la gara nei minuti iniziali del match. Il tecnico reggino, Mimmo Toscano, si conferma un maestro nella gestione della rosa. Bisogna ricordare che nell’arco di questo campionato, ogni giocatore chiamato in causa non ha mai deluso le aspettative, anzi spesso è risultato decisivo nelle vittorie ottenute dalla squadra. Paolucci, ricordiamo che aveva positivamente inciso anche da subentrato, specie nelle ultime due gare del girone d’andata, vinte contro Viterbese e Sicula Leonzio. Nel deserto del Viviani, c’è stata gloria anche per Manuel Sarao,entrato nella ripresa e autore del definitivo 0-2. L’attaccante milanese, arrivato in amaranto a gennaio, per vari motivi non aveva ancora avuto modo di dimostrare tutte le sue qualità. Il goal di ieri, il primo con la maglia della Reggina, è di grande fattura e da vero bomber di razza.

In questi suoi primi mesi in riva allo Stretto, Sarao è stato al centro di alcune critiche (ingiuste), ma attraverso il lavoro e la fiducia del mister ha fatto capire ieri del perché è stato premiato come migliore giocatore della categoria. Grazie al successo sul Picerno, la Reggina vola momentaneamente a +10 sul Bari, impegnato questa sera sul campo del Catanzaro. Nel caso in cui i pugliesi non dovessero vincere al Ceravolo, la Reggina vedrebbe sempre più avvicinarsi alla promozione diretta. Quel che conta per Denis e compagni, è aver ritrovato la vittoria, utile per proseguire la loro cavalcata. In attesa di capire se il campionato proseguirà o meno, la Reggina sa benissimo di poter sempre contare su un gruppo di veri uomini e professionisti esemplari. I campionati si conquistano non solo con la qualità tecnica, ma con quegli uomini sempre pronti a dare tutto ogni volta che vengono chiamati in causa. Questa è la vittoria di un collettivo unito fuori e dentro lo spogliatoio, legato alla maglia come pochi. Restano otto giornate da qui alla fine, altre quattro da affrontare senza il proprio pubblico. Siamo certi che non sarà questo a fermare la determinazione di una squadra, vicina a realizzare il sogno di un’intera città.