Crea sito

Reggina, la vittoria dello stile e della maestria

Gli amaranto vincono sul campo del Catanzaro, grazie ancora una volta alle mosse vincenti effettuate dalla panchina da parte di mister Toscano. Il tecnico reggino, ieri sera al Ceravolo, ha dato un’importante lezione anche sul piano umano, dopo che il suo collega Gaetano Auteri si è rifiutato di stringergli la mano a fine gara.

La Reggina regala un’altra bellissima gioia ai propri tifosi, andando a vincere sul campo del Catanzaro. Gli amaranto conquistano un’altra preziosa vittoria, che li proietta sempre più verso la promozione in cadetteria, soprattutto in virtù del pareggio esterno del Bari con la Ternana. Denis e compagni, volano in classifica a +10 dai pugliesi, un sostanzioso vantaggio che li mette nelle migliori condizioni di gestire il primato. Il successo di ieri sera al Ceravolo, è frutto della forza di una squadra che ha qualità e personalità da vendere. Gara abbastanza equilibrata che ha avuto la sua svolta con i cambi dalla panchina effettuati da mister Toscano, il quale si conferma per l’ennesima volta un maestro nel cambiare le carte in corso d’opera. Il tecnico reggino, nella ripresa ha trovato la mossa vincente con l’inserimento di Doumbia al posto di Denis. E’ proprio l’attaccante francese a fare la differenza, con una splendida giocata che consente al giovane Rivas di firmare il goal partita. Tra le due formazioni, gli amaranto hanno dimostrato più maturità, altro importante aspetto necessario per vincere i campionati. Questa Reggina non ha mai dato segno di soffrire l’avversario, se non sul finale quando Carlini colpisce il palo da distanza ravvicinata. Per il resto bisogna soltanto fare i dovuti complimenti ad una squadra, protagonista di una straordinaria cavalcata a suon di record. Le prossime gare, andranno affrontate comunque con la massima attenzione. Dovrà esserci questo spirito, fino a quando non verrà raggiunta la promozione aritmetica. Concetti che sono sempre stati ribaditi da Mimmo Toscano, uomo copertina della magica notte del Ceravolo. Ancora lui, il timoniere della capolista, che dà una severa lezione non solo sul piano tecnico-tattico, ma anche sotto l’aspetto dello stile e dell’educazione. Una bella lezione che Toscano ha voluto dare al suo collega giallorosso, Gaetano Auteri, protagonista di un gesto poco elegante nei riguardi del tecnico reggino, come quello di rifiutarsi di stringergli sportivamente la mano. Si torna da Catanzaro con una pesante vittoria, all’insegna dello stile e della maestria. Grazie ragazzi !