Crea sito

Reggina, riparti più forte di prima

La sconfitta interna degli amaranto contro il Monopoli, ha lasciato un pò di rammarico e delusione tra i tifosi, ma il campionato è ancora nelle mani dei ragazzi di mister Toscano. Bisogna ritrovare i tre punti a partire dalla trasferta in casa del Picerno, per poi arrivare il prima possibile all’obiettivo.

Nessun dramma. La Reggina al Granillo cede la posta in palio ad un ottimo Monopoli, che si conferma la più bella rivelazione di questo campionato.  Gli amaranto, hanno pagato i troppi impegni ravvicinati dell’ultima settimana, tanto da dover far fronte a diverse assenze importanti. E’ chiaro che non siamo alla ricerca di alibi, per commentare una gara che fino all’espulsione di capitan De Rose è stata abbastanza equilibrata e combattuta. L’episodio che ha portato al doppio giallo dell’esperto centrocampista, ha penalizzato la gara della capolista e facilitato il gioco dei ragazzi di Scienza. Mister Toscano, schiera dal primo minuto una formazione eclettica, cercando di vincerla nella ripresa , con il cambio che ha visto l’inserimento di Doumbia al posto di Sounas. Le mosse del tecnico reggino, possono essere considerate da qualcuno azzardate, ma essendo al timone della capolista è legittimo provare a vincere sempre e comunque. Parliamoci chiaro, l’espulsione ha deciso una gara che nella peggiore delle ipotesi avrebbe consentito alla Reggina di portare a casa almeno un punto. Questa sconfitta della Reggina,  ha permesso al Bari di ridurre il distacco a -7 dalla vetta. A nove giornate dal termine, sette punti sono un ottimo vantaggio da poter gestire per Denis e compagni, in virtù di un calendario favorevole (almeno sulla carta) rispetto a quello della formazione barese. A partire da oggi, la Reggina non deve fare nessun calcolo, ma cercare soltanto di vincere più gare possibili da qui alla fine. La trasferta in casa del Picerno, dovrà essere la prima di nove finali da non sbagliare. Non sarà certamente la sconfitta di ieri, a inficiare il cammino fin qui a dir poco straordinario dal parte dei ragazzi di Toscano. I giocatori amaranto, sono ben consapevoli della propria forza e di quanto sia vicino l’obiettivo da raggiungere. Se abbiamo sempre invitato tutto il popolo amaranto a star vicino alla squadra nelle vittorie, lo ribadiamo ancor di più dopo una sconfitta. Serve essere uniti e fiduciosi durante queste nove sfide fondamentali, che dovranno portare la Reggina dove tutti desideriamo. Niente allarmismi, niente preoccupazioni, niente paura, ma solo sostegno nei riguardi di una squadra che ci sta regalando infinite gioie. Nulla è compromesso, bisogna soltanto restare tutti sul pezzo,